Borgata Viviere


Viviere in inverno



Il Rifugio di Viviere, ideale per gite di scialpinismo e racchette da neve, 
vi aspetta in inverno con le seguenti date indicative:
Ponte dell'8 dicembre,
dal 26 dicembre al 6 gennaio,
da fine gennaio a metà aprile;

per info e prenotazioni contattaci al 347.7451289
oppure scrivi a
info@rifugiodiviviere.com

Relax al Rifugio Viviere

Cosa facciamo quando il Rifugio è chiuso? Cerchiamo di migliorarlo ancora di più!


Come raggiungere il Rifugio di Viviere in inverno

In inverno non ci sono strade che raggiungono Viviere, ma per arrivare al nostro rifugio è necessario seguire un facile sentiero battuto per ciastre o scialpinisti. Questa è stata la nostra sfida, inizialmente ritenuta da molti una piccola follia. Ma dopo pochi anni possiamo ritenerci soddisfatti, essendo il Vallone di Unerzio percorso da tante possibilità di escursioni con le racchette da neve o con gli sci ai piedi, vero paradiso per l'outdoor invernale in Valle Maira.

Viviere nel Vallone di Unerzio ad Acceglio
Di seguito vi proponiamo una passeggiata virtuale fra la borgata Chialvetta, dove si possono lasciare le autovetture in un ampio parcheggio, e la borgata Viviere, che si raggiunge in meno di 40 minuti di cammino, seguendo il vecchio sentiero che risale a fianco delle dolci acque del ruscello.
Vallone Unerzio
Chialvetta (1475m) – Pratorotondo (1622m) - Viviere (1709m)

Itinerario: dal parcheggio di Chialvetta, su sentiero sempre ben battuto che segue il torrente Unerzio nel bosco fino a Pratorotondo, poi si costeggia una morena glaciale in un tratto leggermente più ripido, giungendo alla classica borgata di Viviere, dove si trova il Rifugio di Viviere, aperto anche in inverno.

Escursione a Prato Ciorliero e al Passo della Gardetta
Dalla borgata di Viviere si raggiunge la strada militare e si continua a risalire il vallone; si trascura il bivio che indica il Colle Ciarbonet (altra bella passeggiata con le ciastre, sempre al sole) e si prosegue ritrovando il ruscello fino al pianoro di Prato Ciorliero. I più allenati possono proseguire verso il Passo della Gardetta (2440m), consigliato alle ciastre solo se l'itinerario è già stato precedentemente battuto dagli scialpinisti.
Al ritorno, bisogna assolutamente fermarsi al
Rifugio di Viviere, immerso in una cornice magica, per una merenda o un piatto caldo, una birra, un bicchiere di buon vino, una tisana o un semplice caffè: tutti sarete i benvenuti in un ambiente caldo e accogliente, parola di Fabrizio il gestore e delle sue gentili collaboratrici!

Dislivello: 234 m da Chialvetta fino a Viviere.
Galleria fotografica dell'escursione
Chialvetta
Partenza dell'escursione dalla piazza di Chialvetta:
risalite la bella borgata fino alla chiesa e da qui proseguite sul sentiero a sinistra.
chialvetta
Chialvetta nella conca del Vallone di Unerzio.
Pratorotondo
Dopo un primo tratto in cui il sentiero segue il ruscello, ecco sbucare le case della borgata Pratorotondo.
Pratorotondo
Arrivo a Pratorotondo, paese natale del famoso pittore Matteo Olivero e dell'amico fotografo Bruno Rosano.
Forno Pratorotondo
Il sentiero passa tra le case di Pratorotondo, con fontana, cappella, forno e caratteristici passaggi coperti.
Pratorotondo
Si prosegue oltre Pratorotondo ancora per una breve salita. Tranquilli, meno di un quarto d'ora e siete arrivati.
Viviere
Arrivo alla borgata di Viviere. Girate dietro le case sulla destra: noi siamo lì, dove batte sempre il sole.
Volete proseguire nella vostra gita? Da qui iniziano molti itinerari!
Noi iniziamo a proporvene uno dei tanti... verso Prato Ciorliero
Viviere
Dopo una sosta al Rifugio di Viviere, il sentiero prosegue sulla strada militare sopra la borgata.
Prato Ciorliero
Guardate che spettacolo: di nuovo lungo il ruscello, in uno dei tratti più belli e soleggiati.
Prato Ciorliero
Quasi arrivati... con passeggiata facile facile lungo la strada ben battuta.
Prato Ciorliero
Il pilone e le caserme di Prato Ciorliero, quartier generale militare della Seconda Guerra Mondiale 
(1941m, 466m di dislivello da Chialvetta, 232m da Viviere)
Gardetta
Per i più allenati si può ancora salire, fino a raggiungere il paradiso: l'Altopiano della Gardetta
(2440m, 965
m di dislivello da Chialvetta, 731m da Viviere)

Bagagli motoslitta
Per chi pernotta in rifugio può sorgere un dubbio:
"...e i bagagli, come li portiamo nella neve?"
Nessun problema, se proprio necessario, ci pensiamo noi!

 

www.rifugiodiviviere.comwww.rifugiodiviviere.comwww.rifugiodiviviere.com

product key windows 8 pro 64,free windows 7 ultimate product key uk . windows 7 professional activator,cheap windows server 2003 standard edition iso.<>